La forza del visual storytelling dei brand, grazie a Pinterest!

La forza del visual storytelling dei brand, grazie a Pinterest!

Diciamocelo: un’immagine vale più di mille parole e fin dagli inizi del marketing  la comunicazione visual è stata la chiave d’accesso per arrivare alla seduzione del consumatore. Se un tempo, la produzione dei contenuti visuali dei brand era esclusivamente demandata ai professionisti del settore e comunicata su carta patinata e riviste, con l’arrivo del digitale e del web 2.0 le regole sono cambiate radicalmente.

I professionisti non sono più i soli autori dei contenuti che circolano in Rete, i nuovi protagonisti della comunicazione visiva digitale sono soprattutto gli utenti stessi della Rete, che ormai contribuiscono in modo determinante alla creazione e diffusione delle loro storie e del messaggio e dell’identità stessa del brand.

 

Cambiano le regole di produzione e consumo delle immagini

La facilità di uso di visual social network, l’accessibilità e facilità della produzione delle immagini offerta dagli smartphone, hanno determinato un cambio delle regole nella produzione e fruizione delle immagini stesse.  L’attenzione dedicata alle immagini si consuma in breve tempo: gli utenti le producono, le commentano, le condividono creando viralità ed engagement in tempo reale.

 

Pinterest e il visual storytelling

Pinterest ha contribuito fortemente alla generazione degli user visual generated content e con i suoi 95 milioni di utenti attivi al mondo, è diventato il luogo per eccellenza dove le storie si raccontano attraverso la forza comunicativa delle immagini che coinvolgono emotivamente le persone, le inducono ad immedesimarsi, innestano spontaneamente un meccanismo virale di diffusione di un contenuto e di un’emozione.

 

I brand non stanno a guardare

Le aziende non stanno a guardare, tanto è vero che sempre più brand stanno acquistando consapevolezza nel valore del visual social media marketing. La forza di Pinterest non viene utilizzata solo per raccontare i prodotti o i servizi di un brand ma anche per mostrare le molteplici sfacettature delle aziende che sono fatte soprattutto di persone e di valori.

 

Storie di persone, luoghi e tradizioni

Ecco come un’azienda può efficacemente promuovere i propri prodotti attraverso uno storytelling visivo: si tratta del ristorante pizzeria Marechiaro di Casale Monferrato. Sono belle le board dedicate a “Persone di Marechiaro” ed  “Ispirazioni” che raccolgono la maggior parte dei pins e che raccontano il lato umano dell’impresa, le tradizioni e i sapori locali.

MareChiaro

 

L’attualità raccontata con le immagini

Anche le più importanti testate giornalistiche americane, come il Time e Wall Street Journal hanno preso atto che le notizie e l’attualità possono essere raccontate soprattutto con le immagini.

Copertine che hanno fatto la storia, notizie da prima pagina possono essere ora condivise attraverso l’engagement visivo. Senza dimenticare la nuova feature rilasciata da poco da Pinterest, gli article pin, che arricchiranno le immagini con il nome dell’articolo e del suo autore e un’anteprima dello stesso articolo.

Times

 

I valori aziendali

Whole Food Market, noto retail di prodotti biologici americano, è sicuramente una tra le aziende del food&beverage che più hanno compreso che non essere autoreferenziali nei contenuti aiuta a costruire una community di persone che si ritrovano nelle storie del brand.

Whole Food Market ingaggia i suoi followers con diverse boards non legate all’alimentazione come “We’re Used to Reusing!”, “How Does Your Garden Grow?” che rappresentano la volontà da parte del brand di raccontare i loro valori.

WhooleMarkets

 

Questi esempi sono solo la punta dell’iceberg su come Pinterest può essere utilizzato per raccontare le storie attraverso le immagini che nell’era social sono di importanza fondamentale.

Come sostiene William Ward, noto docente di Social Media Strategy, “I blog sono stati una delle prime forme di social networking dove le persone scrivevano 1000 parole. Ora stiamo sorpassando le parole muovendoci verso la comunicazione visiva, con social network come Pinterest.”

Siamo allora pronti alla rivoluzione social di Pinterest?

 

Continua a leggere l’articolo su Pinterestitaly

 

Share This

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>