La crescita di Pinterest nel social sharing

La crescita di Pinterest nel social sharing

Che i consumatori 2.0 condividano le loro customer experiences nei social network è ormai risaputo.  Gli stessi marketers hanno compreso che oggi è necessario più che mai “convertire la customer care in social care” ed essere capaci di dare risposte veloci a domande, critiche ed opinioni che arrivano dal proprio target nelle diverse presenze social.

Ci domandiamo allora quanto e in quali canali social i consumatori condividano e commentino maggiormente la loro esperienza con il brand.

A questa domanda ci risponde l’interessante infografica firmata Gigya,  società leader in Connected Consumer Management, dove si analizzano le preferenze globali nel social sharing nel terzo trimestre del 2013 (Q3 data).

 

I leaders nel global social sharing

Si conferma come campione globale del social media sharing Facebook con il 41%, anche se le luci del palcoscenico si soffermano per il secondo e terzo posto del podio, dove salgono Twitter con l’argento e Pinterest con il bronzo, rispettivamente con un 30% e un 20% delle preferenze globali.

 

Pinterest in netta crescita nelle preferenze globali

Rispetto al secondo trimestre, tuttavia è interessante sottolineare che Pinterest, con i suoi ormai oltre 70 milioni di utenti attivi, è cresciuto del 4%, mentre Facebook ha perso del terreno, con una caduta del 9% delle social sharing preferences, a dimostrazione di come il visual social network per eccellenza è la nuova frontiera del mondo social. Come si difende Pinterest nelle diverse categorie ?

Gigya-Sharing-Infographic_Q3-2013Web

La rivelazione di Pinterest nel Media/Publishing

Chi pensa che Pinterest sia la piattaforma tradizionalmente più efficace per il retail, il food e i viaggi, si deve ricredere perché sta avanzando anche nel settore dei Media/Publishing, con un buon 20% posizionandosi al terzo posto e guadagnando in sordina un +2% rispetto al secondo trimestre del 2013.

I leader indiscussi, Facebook e Twitter, non possono tuttavia abbassare la guardia, perché da settembre di quest’anno, con l’introduzione in Pinterest degli article pin che includono più dettagli come il titolo, l’autore e una breve descrizione dell’articolo, il visual social network ha dichiarato che la battaglia è ancora lunga e chissà quali saranno i successivi sviluppi.

 

Pinterest leader indiscusso nell’e-commerce

Quando si parla di e-commerce, non è però il colosso Facebook ad avere la meglio: sono infatti più portati ad acquistare un prodotto gli utenti di Pinterest, con un netto 44%, rispetto a quelli che visionano un prodotto nel proprio newsfeed o nella bacheca di Facebook di un amico.

Proprio questo dato ci conferma ancora una volta che, in fatto di shopping online, i consumatori preferiscono affidarsi all’interest graph  (ovvero la rete di persone che condividono le stesse passioni ed interessi ) piuttosto che al loro social graph (la rete di persone ed amici che si conosce e di cui ci si fida ).

 

Pinterest cresce nel Travel/Hospitality

Pinterest cresce anche nella categoria del Travel/Hospitality, occupando la seconda posizione con un 17% e dopo l’introduzione recente dei place pin, non ci sono dubbi sulle intenzioni di Pinterest di scommettere sui viaggi, l’hospitality e il tempo libero, aiutando le persone a trasformare le loro aspirazioni di viaggio in realtà.

 

Continua a leggere l’articolo su Pinterestitaly

Share This

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>